€HO RISCHIATO DI PERDERE MIO FIGLIO€. BELINDA E QUELL€AFRICA PER NULLA €MALARIA FREE€

22 Apr 2016

22 Apr 2016

“Ho rischiato di perdere mio figlio”. Belinda e quell’Africa per nulla “Malaria free”

Coppia di donne africane parlano
Mentre l’Europa è ormai “malaria free” e la malattia trasmessa dalle temibili zanzare fa parte della sua storia, in Africa la malaria è un problema attuale, che uccide migliaia di persone.

Accanto alle perdite umane, la diffusione della malattia genera dei costi notevoli tanto per gli individui che da essa vengono colpiti, quanto per la spesa pubblica dei loro Paesi. Tutto questo contribuisce a rendere il percorso di crescita nazionale complesso e accidentato.

L’esperienza di Michael Ballack e di sua madre Belinda sono una dimostrazione di quanto sia pericolosa la malaria e delle gravi conseguenze che provoca.

La storia di Michael e Belinda

Michael ha 9 anni, è a casa, si lamenta perché non può frequentare la scuola. È particolarmente dispiaciuto di non poter seguire le lezioni di Matematica, la sua materia preferita. Ma oggi Michael ha la malaria e anche se è triste, sua mamma Belinda sa che prima di tutto è importante che guarisca. Belinda non ha portato suo figlio in ospedale, non poteva permettersi di pagare il trasporto pubblico. È perciò rimasta in silenzio a pregare, nella sua casa. Il bambino si è salvato solo grazie all’arrivo di Christine Adhiambo, l’operatrice sanitaria di comunità, nel villaggio di Nyilima in Kenya. “Quando ho visto che Michael era malato gli ho subito fatto il test per identificare la malaria. - racconta Christine - È risultato positivo, di conseguenza, gli ho subito dato la medicina anti-malarica e alcuni antibiotici “. Michael è ora in trattamento e in fase di recupero, la speranza è che possa tornare presto a scuola.

La stessa Belinda aveva rischiato di morire per mano della malaria quando era incinta del suo ultimo figlio. Sempre grazie all’intervento di Christine è riuscita a sopravvivere. "La malaria mi ha quasi uccisa quando aspettavo il mio bambino più piccolo. Non potevo camminare o mangiare. A mezzanotte ho chiamato Christine e le ho spiegato i miei sintomi. Lei mi ha consigliato di recarmi alla struttura sanitaria più vicina. Lì mi hanno curata. Non so dove sarei senza Christine, probabilmente sarei morta “.

La situazione in Africa

Secondo le ultime stime dell'OMS, nel 2015 nel mondo ci sono stati 214 milioni di casi di malaria e 438 000 decessi. L’Africa Sub-Sahariana è l’area in cui si registra la maggiore incidenza della malattia. Nel 2015, la Regione ha registrato l’88% dei casi di malaria e il 90% dei decessi ad essa correlati.

I bambini sotto i 5 sono i più vulnerabili: il 70% di tutte le morti per malaria si verificano in questa fascia di età. In Africa quasi 1 bambino su 5 muore prima dei 5 anni a causa della malaria. Inoltre, se contratta durante la gravidanza, la malaria contribuisce spesso a causare anemia materna, parti prematuri e un basso peso alla nascita dei neonati, determinando così un aumento della mortalità infantile. Inoltre, l’infezione nelle donne incinte contribuisce in modo significativo a provocare la mortalità materna.



Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter

ISCRIVITI
Amref Health Africa