IRONMAN PER L'AFRICA. PELO DI GIORGIO SOSTENITORE E SUPEREOE

Home News & Eventi Blog
18 Set 2017

18 Set 2017
Ironman per l'Africa. Pelo di Giorgio sostenitore e supereoe
Andrea Pelo di Giorgio
Andrea Pelo di Giorgio, il nostro sostenitore e testimonial super sportivo, concorrerà quest’anno alla gara Ironman Emilia Romagna. Porterà con sé un messaggio di solidarietà e l’hashtag #iocorroconlafrica. Ci siamo fatti raccontare da lui questa nuova impresa, sportiva e umana.

Se devo essere sincero non posso considerare quella dell’Ironman proprio una “nuova sfida”. Nel corso dei miei anni, che ormai cominciano a essere abbastanza consistenti, ho già affrontato dieci volte questo tipo di competizione. Forse la particolarità principale di questa gara è che torno ad affrontarla dopo 10 anni, nel corso dei quali ho spostato la mia sete sportiva in avventure dallo spirito ed impegno sicuramente diversi.

Mi ero detto di non farne più, poi è successo che per la prima volta in Italia questa grande manifestazione viene organizzata proprio nella mia Cervia. Non potevo non esserci alla prima assoluta dell’Ironman in Italia a casa mia, anche se devo dire che prima di dare una conferma ci ho messo un bel po. Ironman è una gara di triathlon, quindi nuoto, bici e corsa in sequenza, per distanze impegnative (3,8/180/42 km). È diventata molto comune.

La gara si svolgerà il 23 settembre ed avrà come fulcro Cervia (con la bici si uscirà dalla cittadina, inoltrandosi nell’entroterra). La partenza è prevista alle ore 7,00 dalla spiaggia libera di Cervia, il mio numero di pettorale sarà il 2206, lo spirito e la forma mentale sono ai massimi livelli, mentre per quanto riguarda la forma fisica, seppur ottima, non sarà di certo la stessa di molti anni fa.

Ironman Emilia Romagna vedrà in partenza 2500 atleti provenienti da tutto il mondo, con un indotto di oltre 10.000 persone. La provenienza estera è circa del 65 - 70% e quando dico estera intendo veramente da tutto il mondo. Asia, America, Giappone, Europa, insomma, i rappresentanti di tutto il pianeta saranno a Cervia in quella settimana.

In occasione di questa grande manifestazione sportiva, ho scelto di coinvolgere Amref perché credo e spero che possa beneficiarne in termini di visibilità, visto che l’evento muove un grande numero di persone, tra atleti, famiglie e spettatori. 2.500 atleti, 50.000 persone stimate che osserveranno con attenzione lo spettacolo. Io, che come atleta nella mia città sono conosciuto e suscito curiosità, avrò ben in vista su di me il logo Amref. L’intento è che qualcuno lo noti e vada ad informarsi. Qualcun altro è già al corrente della campagna #iocorroconlafrica, che ho lanciato anche sul mio blog ed è già presente sui social abbinata all’hashtag #ironmanemiliaromagna, attorno al quale sul Web c’è già molto movimento, tanta curiosità e moltissimi click. E’ un cambio di modalità, non sono io che sfido qualcosa di molto estremo, come ho fatto in passato, così da risvegliare l’interesse di un certo numero di “followers”; sarà un grosso evento, già seguito da tante persone, a veicolare un pensiero color giallo,come la mia pettorina, a sostegno di una grande azione di solidarietà e in accordo con l’immenso rispetto che io stesso nutro per l’Africa. Io ci credo, credo che possa uscire qualcosa di positivo, tutti insieme possiamo farcela.

Un altra novità per questo mio nuovo Ironman è il coinvolgimento della Namibia. In questa competizione - e almento in tutte le corse in cui sarò impegnto fino alla fine dell'anno - concorrerò come atleta ufficiale della Federazione Triathlon Namibia. Ne sono davvero molto contento. Perché? Beh, #iocorroconlafrica, credo che già questo spieghi tutto. Mi sembrava il giusto modo per chiudere il cerchio, l’idea di correre per il continente africano essendone ufficialmente parte mi dava grande gioia e devo dire che sono onorato che il mio desiderio si sia avverato. Ho scritto a tutte le Federazioni Africane di Triathlon per sapere se c’era la possibilità.
Tra le varie che mi hanno aperto le braccia ho scelto la Namibia, ha dato fiducia subito a quanto facevo, alla mia idea, inviandomi immediatamente il modulo di affiliazione. Fra l’altro ha una bandiera splendida, colorata con l’effige di un sole che splende. La vita. Purtroppo tempi stretti e problemi di produzione non mi permettono di indossare il body ufficiale della Namibia (bellissimo anch’esso), ci correrò col cuore, e con due bandiere ed una scritta Namibia che ho fatto stampare sul mio Body Giallo “Domani Arriva Sempre”, il messaggio che da tanti anni porto avanti.

L’arrivo del Domani è sempre una certezza e ciò ci deve spronare a fare, a donare un aiuto per far sì che il futuro sia migliore per tutti .
Basta un piccolo gesto per fare di una normalissima giornata qualcosa di fantastico.

Per quanto riguarda il mio futuro ho tanti sogni nella testa, c’è qualche competizione importante, qualcuna che ancora deve nascere, sto seguendo per esempio l’evolversi di un progetto simile allo Swim-Run dell’arcipelago di Stoccolma (6 tappe per oltre 230 km, con circa 40 km di nuoto in acque non certo delle più calde e l’attraversamento di tante naturali e splendide Isole). C’è l’idea di fare una specie di Swim-Run in solitaria sulle coste italiane, naturalmente un po’ più lungo; al contempo rimane l’idea di percorrere i km della rotta dei migranti nelle acque della piscina. 10 km al giorno per 60 giorni? Qualcosa del genere…

Tanto bolle in pentola e nella mia testa, naturalmente serve tempo, forma fisica e supporti esterni affinché i sogni possano diventare realtà.



Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa