KENYA, TRA SICCITà, DISPERAZIONE E SPERANZA

Home News & Eventi Blog
12 Apr 2017
12 Apr 2017

Kenya, tra siccità, disperazione e speranza

  • sara6
  • sara5
  • sicc
  • sic
  • orto1
sara6

Sono appena tornata in Italia, dopo una visita di progetto in Kenya. La situazione in cui versa il Paese a causa della grave siccità è drammatica. Il caldo è torrido, la stagione delle piogge è saltata per la seconda volta, non c’è acqua per irrigare i campi o abbeverare il bestiame e la produzione di cibo è precipitata. Si stima che 2.7 milioni di vite siano a rischio a causa della carestia.

L’Africa sta affrontando la più grave crisi umanitaria al mondo degli ultimi 70 anni. La popolazione è alla disperata ricerca di acqua, si può arrivare a percorrere 25 chilometri al giorno alla ricerca di una sorgente. Mi ha fatto effetto sentire le parole dei colleghi, che, dopo il lavoro, camminano per chilometri e chilometri, cercando acqua pulita per le proprie famiglie. Per noi è impensabile dover fare una cosa simile.

La mancanza cronica di acqua condiziona totalmente la vita delle persone. Mi hanno raccontato che “le tribù combattono per l’acqua, gli uomini violentano le donne che camminano in cerca di una sorgente, gli animali muoiono, i raccolti sono scarni e di conseguenza anche i generi alimentari a disposizione, quindi i casi di malnutrizione continuano a moltiplicarsi”.

Ma, fra tanta disperazione, a Dagoretti - un sobborgo degradato di Nairobi - ho incontrato anche Jhosh, l’allenatore di una squadra di ragazzi del centro Amref provenienti dalle baraccopoli, che si occupano di una serra di pomodori, entrata nella serie A del Kenya. La passione per questo sport non ha solamente portato via i bambini dalla strada e insegnato loro l’importanza del sacrificio, del coraggio e del lavoro di squadra, ma ha anche dato loro la speranza di poter vincere. Anche nella vita.


Sara Proietti
Manager Relazioni con aziende
Amref Health Africa Italia




Iscriviti alla nostra newsletter

ISCRIVITI