AI MONDIALI ANTIRAZZISTI CON GLI STUDENTI ITALIANI E GLI OPERATORI AFRICANI-AGENTE 0011

03 Lug 2018

03 Lug 2018
Ai Mondiali Antirazzisti con gli studenti italiani e gli operatori africani-Agente 0011
  • Photo Novel Amref
  • Agente0011_Mondiali
Photo Novel Amref
Il 4 e 5 luglio, a Castelfranco Emilia (Bosco Albergati – MO), due giorni di workshop, tornei sportivi e laboratori didattici con gli studenti protagonisti del progetto costruito attorno agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Onu.

Durante l’anno scolastico si sono attivati per creare un’Italia più sostenibile e città più inclusive, facendosi portavoce dell’urgenza di frenare lo sviluppo insostenibile e promuovendo nuove proposte per migliorare i territori: per i giovani studenti del progetto Agente0011 - Licenza di salvare il pianeta è giunto il momento di ultimare la loro missione. L’iniziativa finale che li vedrà protagonisti è in programma il 4 e 5 luglio, nell’ambito dei Mondiali Antirazzisti di UISP che si terranno a Castelfranco Emilia dal 4 all’8 luglio.

Insieme ad ActionAid, Amref, Asvis, Cesvi, Cittadinanzattiva, La Fabbrica e VIS un centinaio di studenti provenienti da diverse città coinvolte nel progetto - come Pinerolo, Torino, Milano, Roma, Napoli, Catania e Siracusa - saranno protagonisti di una due giorni di workshop sui temi della partecipazione e dell’inclusione, arricchiti dalla presenza di rappresentanti di organizzazioni provenienti da India, Haiti, Bangladesh, Palestina e Kenya, che racconteranno esempi di progetti di sviluppo sostenibile realizzati nei Paesi di origine.

Spazio anche a laboratori sull’Agenda Onu 2030 in peer to peer e ad attività di socializzazione con tornei sportivi, in cui le squadre di Agente0011 sfideranno le altre partecipanti al torneo. Radio Città Fujiko, media ufficiale dei Mondiali Antirazzisti, e Gianluca Costantini, vignettista e appassionato di diritti umani, daranno voce ai risultati del progetto, presentati direttamente dai ragazzi e dai Direttori delle organizzazioni promotrici, che interverranno durante l’iniziativa: Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid Italia; Guglielmo Micucci, Direttore di Amref Italia; Vincenzo Manco, Presidente di UISP.

“Il progetto Agente0011 è un laboratorio in cui ci sono quasi tutti gli ingredienti con cui vogliamo fare la differenza nei prossimi anni: partecipazione, innovazione sociale, empowerment delle persone, accesso al dibattito pubblico, progettazione partecipata di politiche e interventi, solo per citarne alcuni. – dichiara Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid - Se poi i protagonisti sono giovani studenti in grado di coinvolgere il resto della comunità locale e nazionale, il valore di questo lavoro è doppio. Una democrazia sana si alimenta anche grazie a un attivismo civico capace di preparare la società ad affrontare le sfide del momento, come quella dell’inclusione. Siamo felici che nel 2018 le organizzazioni che hanno iniziato con noi questo percorso si ritroveranno a lavorare proprio su questo tema, con il progetto Agente0011: Missione Inclusione, guidato da Cesvi”.

"Il futuro pone obiettivi ambiziosi. Il progetto Agente0011 si rivolge ai giovani che saranno i protagonisti del mondo di domani. In questi mesi i ragazzi hanno lavorato con entusiasmo e dedizione per progettare il cambiamento dei loro quartieri attraverso piccoli interventi di riqualificazione, studiando il loro territorio e ascoltando le esigenze dei cittadini. Il piccolo cambiamento è la palestra di una visione nuova del mondo che metta al centro sviluppo e sostenibilità", dichiara Daniela Bernacchi, General Manager di Cesvi:

“Il tema su cui come VIS abbiamo scelto di lavorare con le scuole di Catania è stato proprio l'obiettivo 11 dell'Agenda 2030 dell' Onu, declinato sui temi dell'inclusione e dell'integrazione. Inoltre, anche il metodo che abbiamo scelto è coerente con l'obiettivo, perché nei laboratori di comunità, realizzati con gli enti locali e con le associazioni di quartiere, i ragazzi hanno lavorato e si sono confrontati con persone migranti. Per questo la nostra partecipazione ai Mondiali Antirazzisti mi sembra un modo molto efficace per concludere questa parte del percorso”, dichiara Nico Lotta, Presidente VIS

"Città in salute e ragazzi protagonisti del cambiamento. Noi che storicamente ci occupiamo di salute - soprattutto in Africa - abbiamo seguito con piacere le indagini sul territorio dei ragazzi, il loro dialogare con le associazioni, le istituzioni e poi la restituzione delle loro idee per città sostenibili. Questo per noi è stato Agente 0011. Non tanto, o non solo, la realizzazione di qualcosa di concreto per il proprio territorio, ma soprattutto un processo. Abbiamo provato anche a raccontare la normalità dei ragazzi, attraverso una comunicazione più innovativa - si pensi al Photo Novel (che trovi in fondo all'articolo) che abbiamo realizzato con loro e che presenteremo in occasione dei Mondiali Antirazzisti. Di quei ragazzi abbiamo voluto render speciale il quotidiano, valorizzandolo attraverso nuove forme di comunicazione", dichiara Guglielmo Micucci, Direttore di Amref Health Africa-Italia

Risultati del progetto Agente0011
“Agente 0011: gli studenti delle scuole italiane si attivano sul territorio per città più sostenibili e inclusive (SDG11) e per un’Italia più responsabile verso l’Agenda 2030” è un progetto co-finanziato dall’AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e coinvolge realtà del mondo associativo, formativo e privato. Oltre ad ActionAid, ne fanno parte Amref, Asvis, Cesvi, CittadinanzAttiva, La Fabbrica, Vis. Per le progettazioni territoriali, collaborano al progetto L’Università degli Studi di Roma La Sapienza, l’Università degli Studi di Torino, l’Università Cattolica di Milano, L’Università Orientale di Napoli e Tam Tam d’Afrique. Il progetto conta anche sulla collaborazione del MIUR.

Circa 6.000 studenti di 300 classi da Nord a Sud hanno partecipato alle attività proposte sul portale del progetto, sviluppando oltre 5.000 attività didattiche e contenuti digital sui temi legati agli obiettivi di sviluppo sostenibile e all’Agenda 2030, presentati nella loro dimensione globale, mettendo in evidenza le implicazioni per l’Italia e integrandoli con programmi scolastici grazie alla collaborazione del MIUR.

Le classi coinvolte nelle attività realizzate direttamente sul territorio sono state 70: gli studenti hanno fatto da veri catalizzatori del progetto, riuscendo a collaborare con associazioni e istituzioni locali e intercettando 2.000 cittadini attraverso la somministrazione di questionari di rilevazione dei bisogni del territorio, passeggiate e laboratori di comunità nei quartieri. Insieme alle organizzazioni promotrici del progetto, sono stati infatti realizzati percorsi di co-progettazione territoriale che hanno coinvolto giovani, associazioni e istituzioni locali e hanno portato studenti e docenti ad applicare gli SDGs nei loro contesti di riferimento, nell’ottica di ripensare le città come sostenibili e inclusive. Il tutto, attraverso metodologie e tecniche partecipative che vanno dai laboratori di comunità di ActionAid ai processi allo sviluppo sostenibile di Cesvi, passando per i laboratori didattici partecipati.

Infine, grazie anche a Cesca, Riccardo Dose, Eleonora Olivieri, Nadia Tempest e Vincenzo Tedesco - youtubers e “ambasciatori” digitali dei temi legati all’Agenda 2030 - sono stati raggiunti circa 1,5 milioni di utenti web italiani, in particolare giovani.

PhotoNovel-Amref-Daria-Addabbo.pdf
PHOTO NOVEL - il racconto in foto e non solo dell'esperienza degli studenti romani del Leonardo Da Vinci



Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa