CARISMA E CORAGGIO PER I DIRITTI UMANI: LA NOSTRA NICE TRA I PRIMI 100 DEL MONDO

19 Apr 2018

19 Apr 2018
CARISMA E CORAGGIO PER I DIRITTI UMANI: LA NOSTRA NICE TRA I PRIMI 100 DEL MONDO
Nice TIME100
Nice Nailantei Leng’ete, ambasciatrice Amref contro le mutilazioni genitali femminili, inserita nella classifica annuale del TIME sulle 100 persone più influenti del pianeta.

19 aprile 2018

New York, USA: Il Direttore generale di Amref, Githinji Gitahi, si è congratulato oggi con un membro del suo staff, Nice Nailantei Leng’ete, per essere stata inserita nella celebre e prestigioasa lista, a cura del TIME, delle 100 persone più influenti del pianeta. Nice ha ricevuto questa nomina grazie al suo intenso lavoro nelle comunità Maasai in Kenya, per porre fine alla pratica delle Mutilazioni Genitali Femminili (Female Genital Mutilation - FGM). Il prossimo 24 aprile 2018 parteciperà al Gala del TIME 100 che si terrà a New York.

“Ho il privilegio di conoscere personalmente Nice e di aver visto l’impatto del suo lavoro quotidiano sulla vita delle ragazze”, ha dichiarato Gitahi. “E’ una donna eccezionale. La sua passione per la difesa dei diritti delle ragazze l’ha portata a trasformare norme e pratiche sociali, così da consentire alle giovani di essere libere di scegliere il loro stesso futuro, di diventare le donne che desiderano”.

Nice aveva solamente 8 anni quando fuggì da casa per evitare di essere sottoposta alla mutilazione genitale, una pratica molto comune per le giovani ragazze del suo villaggio, Noomayianat, in Kenya. Venne picchiata e rimproverata per aver tentato la fuga, ma resistette, rifiutando ancora di subire il taglio. Fuggì di nuovo, finché non riuscì a convincere il nonno, un anziano Maasai, a sostenere la sua posizione e a permetterle così di continuare ad andare a scuola.
In molte comunità, infatti, dopo aver subito il taglio, le ragazze sono considerate donne a tutti gli effetti, pronte per il matrimonio, dunque costrette ad abbandonare gli studi.

“Conosco troppe donne e ragazze, troppe amiche, che hanno visto infrangersi i loro sogni. Le mutilazioni genitali hanno avuto un impatto terribile sulle loro vite e non potranno mai più recuperare il tempo che questi traumi hanno tolto loro. C’è urgente bisogno di cambiare questa situazione”, ha dichiarato Nice. “Continuerò a combattere finché nessuna ragazza Maasai verrà più mutilata. Continuerò a pretendere che le bambine diventino donne senza essere sottoposte ad alcun taglio. Ogni ragazza in Kenya può diventare la donna dei suoi sogni. Sono certa di questo.”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce le mutilazioni genitali femminili come “qualunque procedura che includa la rimozione parziale o totale dei genitali esterni femminili, o qualsiasi altra ferita agli organi genitali femminili, inferta senza alcuna ragione medica”.

Dichiara Guglielmo Micucci, Direttore di Amref Health Africa - Italia. "Siamo orgogliosi per questo riconoscimento. Da subito l'Italia ha sostenuto la sua lotta. Dalla gente comune che si è appassionata alla sua storia e al progetto di Amref, fino, a personalità importanti come Emma Bonino, Laura Boldrini, Fiorella Mannoia e molti altri. Chiediamo a Nice - operatrice e ambasciatrice Amref - di continuare a tenere alta l'attenzione sui diritti delle donne, contro la violenza. Lei, insieme ad Amref, lo ha fatto non solo con il coraggio, ma anche con il coinvolgimento degli uomini, oltre che della comunità. Gli uomini, dal nonno fino ai guerrieri maasai, hanno accettato la sua proposta di cambiamento, che parlava di istruzione ed empowerment delle donne. Ma la lotta è ancora lunga da essere chiusa, entro il 2030 la comunità internazionale vuole che vi siano zero mutilazioni genitali femminili nel mondo. Amref Italia si è impegnata per questo anche in Italia, insieme al sistema sanitario, senza mai sostituirsi ad esso, per formare gli operatori italiani che sempre più spesso si trovano davanti donne che hanno subito, nel loro paese di origine, il "taglio". Formazione sanitaria grazie ad operatori africani, sensibilizzazione nelle comunità migranti più toccate".

Amref, in collaborazione con la ASL Roma 1/Samifo e il Centro di Riferimento Regionale per il Contrasto alle Mutilazioni Genitali Femminili/Ospedale San Camillo-Forlanini ha avviato a Roma un progetto che intende prevenire e contrastare la pratica delle FGM attraverso attività di formazione dei professionisti coinvolti, di empowerment e coinvolgimento attivo delle comunità migranti e di sensibilizzazione e comunicazione sul tema. Il progetto è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese.

#####

Nice Nailantei Leng’ete Bio: Nice Nailantei Leng’ete, 27 anni, è una Project Officer di Amref Health Africa in Kenya.
Giovane donna Maasai, Nice ha sfidato le norme sociali di una comunità dominata dagli uomini, nel tentativo di porre fine alla pratica dannosa delle mutilazioni genitali femminili. Attraverso i suoi sforzi e con il sostegno di Amref Health Africa, Nice ha educato anziani, ragazzi e giovani uomini (noti come Moran) nella sua comunità, ha trasmesso loro conoscenze nuove sulla salute sessuale e riproduttiva e diritti. Con il passare del tempo, i Moran l’hanno accettata come leader, cosa che le ha permesso di iniziare a lavorare con donne, ragazze, Moran, leader culturali e anziani, tutti i membri della comunità, per eliminare la pratica delle mutilazioni e sostituirla con Riti di Passaggio Alternativi per le ragazze, che mantengono vivo lo spirito della la celebrazione culturale della transizione all'età adulta ma senza il taglio. Oggi, Nice è una rispettata rappresentante della comunità e un giovane leader mondiale. Nel febbraio 2018 è stata scelta come Women Deliver Young Leader - tra soli 300 giovani provenienti da tutto il mondo. Nel marzo 2018, a Nice è stato assegnato il premio Annemarie Madison. Vincitrice del Mandela Washington Fellowship 2016 per giovani leader africani e del premio Inspirational Woman of the Year 2015 del Governo kenyota, Nice è stata scelta come innovative change maker, agente di cambiamento innovativo, per promuovere l'uguaglianza di genere.

Segui Nice Nailantei Leng'ete su Twitter @NailanteiN



Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter

ISCRIVITI
Amref Health Africa