FORMIAMO PERSONALE SANITARIO

Home Cosa facciamo
  • Medico con stetoscopio che visita bambino e mamma
  • Medici che visitano donna incinta con strumento medico
  • Donne africane con medico in villaggio
  • Medico con strumento medico e mamma in gravidanza
Medico con stetoscopio che visita bambino e mamma

In Africa la salute continua a essere un privilegio a cui pochi riescono ad accedere. La maggior parte delle persone non ha accesso ai servizi sanitari di base e molti, troppi, muoiono a causa di malattie facilmente prevenibili; altri finiscono in una spirale di povertà perché sono malati e quindi troppo stanchi per potersi permettere di studiare e lavorare. La mancanza di salute induce povertà, che a sua volta porta a condizioni di salute ancora più misere. È un circolo vizioso e drammatico in cui l’Africa si trova cronicamente. L’Africa sub-Sahariana si porta sulle spalle un macigno che nessuno si merita: è qui che risiede il 20% della popolazione globale affetta da tutte le patologie presenti nel mondo. Solo nel 2016, sono infatti state oltre 512 mila le persone colpite, il 64% delle quali da malattie infettive, materno-infantili e legate alla nutrizione.
Amref nasce dalla volontà di alleggerire questo peso che mette in ginocchio la popolazione africana e le impedisce di intraprendere un percorso di sviluppo sano e sostenibile. L’esperienza sessantennale sul campo ci dice che la cura non deve arrivare dall'alto, bensì nascere dall'interno delle comunità. Formiamo quindi personale sanitario africano, sostenendo scuole specialistiche e altri importanti programmi di formazione, al fine di rafforzare il sistema sanitario pubblico dei Paesi di intervento e contribuire in questo modo ad una riduzione degli indici di mortalità che decimano le popolazione africane.
Vogliamo garantire l’accesso alla salute a tutte le comunità africane che riusciamo a incontrare, con ogni mezzo a disposizione, affinché nessuno venga lasciato indietro.

Bambino con pediatra che viene visitato
 

FORMAZIONE PER LA VITA DI MAMME E BAMBINI

Il Mozambico è tra gli stati in cui è più pericoloso nascere, vivere ed in cui è più facile ammalarsi. Per raggiungere la struttura sanitaria più vicina bisogna camminare più di un'ora. Secondo l'Indice di sviluppo umano, il Mozambico è 181° su 187 Paesi al mondo e qui ancora oggi quasi il 50% dei parti avviene senza alcun tipo di assistenza. A morire sono circa 80 bambini sotto i 5 anni di età ogni 1000 nati. Tra le alluvioni del 2016, la successiva siccità e il peggioramento della situazione socio-politica (tra la fine del 2015 e l‘inizio del 2016 è ripreso lo scontro tra le forze governative del partito Fronte di Liberazione del Mozambico ed il braccio armato del principale partito di opposizione, la Resistenza Nazionale Mozambicana), la capacità di resistenza del Paese è messa a dura prova. Per salvaguardare la salute della sua popolazione, Amref Health Africa è impegnata nella formazione di ostetriche e nel rafforzamento delle competenze degli istituti di formazione statali per assicurare la promozione della salute di mamme e bambini aumentando l'accesso ai servizi sanitari di base e riducendo dunque la mortalità materna e infantile. La formazione in ostetricia generale per nuovo personale e quella in ostetricia di emergenza per il personale già operante in strutture sanitarie è stata realizzata negli istituti di Inhambane e Massinga, nella provincia di Inhambane, e in quelli di Beira, nella provincia di Safala, il progetto è stato realizzato sotto la supervisione di Amref Italia e di Amref Sud Africa, l'ufficio regionale che si occupa del monitoraggio delle attività dell'organizzazione all'interno dell'Africa Australe. Nel corso del 2016 Amref ha raggiunto questi obiettivi:

Leggi tutto 
Medico Amref in ospedale con persona anziana e atrezzatura medica
 

FORMIAMO GLI OPERATORI SANITARI DEL PIÙ GIOVANE STATO AFRICANO

Il referendum firmato nel luglio 2011 ha definitivamente sancito l'indipendenza del Sud Sudan, ponendo fine ad un conflitto durato oltre 20 anni e costato 2 milioni di morti e 3 milioni di profughi. Il risultato è una regione distrutta che cerca di muovere i suoi primi passi: in Sud Sudan 1 bambino su 4 muore prima dei 5 anni e ancora oggi si contano 39 medici e 170 operatori sanitari, i clinical officers, che dovrebbero assistere una popolazione di quasi 10 milioni di abitanti. Amref Health Africa è impegnata dal 1972 a sostenere la ricostruzione del sistema sanitario del Sud Sudan, per assicurare la promozione della salute attraverso l'incremento dell'accesso ai servizi sanitari di base. Con questo obiettivo, dal 1998 Amref sostiene il Maridi Health Science Institute - MHSI di Maridi, centro di eccellenza per la formazione di clinical officer del Sud Sudan. L’intervento si è rivelato nel corso degli anni efficace ai fini del rafforzamento del sistema pubblico sanitario nazionale; all’interno dell’Istituto dal 1998 sono stati difatti formati oltre 450 Clinical Officer, che equivalgono all’80% degli stessi presenti sul territorio sud sudanese. Gli operatori sanitari diplomati dalla scuola sono in grado di diagnosticare e curare le principali malattie, effettuare interventi chirurgici di base, vaccinazioni e visite a domicilio, dirigere piccole strutture sanitarie rurali, educare la popolazione sulle principali norme igienico sanitarie. Nonostante l'instabilità politica che continua a caratterizzare il Paese (circa 3 milioni di profughi dal 2013) Amref prosegue le sue attività. Queste quelle relative al 2016:

Leggi tutto 
Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa