Il progetto vuole assicurare il diritto dei minori all’identità attraverso interventi mirati al raggiungimento delle comunità maggiormente isolate e svantaggiate della Regione Oromia.

In Etiopia, nel 2019, il 48% delle nascite ha avuto luogo in struttura sanitaria, mentre nella regione dell’Oromia solo il 40.9%. Anche sul numero di visite prenatali l'Oromia registra percentuali basse: il 26% contro il 33% a livello nazionale. 

Ciò implica che la maggior parte dei neonati rischia di non essere registrato all’anagrafe, in quanto non è stato intercettato a livello di struttura sanitaria.

Con questo progetto vogliamo aumentare la consapevolezza sull'importanza delle registrazioni delle nascite e rafforzare i collegamenti tra il sistema delle registrazioni nazionale e il settore sanitario.

Alcune attività previste

  • Analisi dello stato del sistema di notifica delle nascite negli ospedali, nei centri sanitari e nei dispensari.
  • Supporto integrato alla messa in opera di servizi di registrazione delle nascite all'interno delle strutture sanitarie attraverso il rafforzamento del ruolo degli Health Extension Workers (HEWs) nel rilascio della documentazione relativa al processo di notifica, e supporto nella stampa/distribuzione dei relativi moduli necessari.
  • Incontri periodici mensili tra HEW e Women Development Army  WDA di riferimento per comunicazioni nuove nascite, in occasione di outreach degli HEW per vaccinazioni e visite pre e post-natali, distribuzione dei notification paper corrispondenti e supporto alla corretta compilazione.
  • Diffusione a livello comunitario i messaggi di sensibilizzazione per le registrazioni anagrafiche e sviluppo di metodologie innovative per aumentare la partecipazione attiva della popolazione attraverso azioni di advocacy e mobilizzazione sociale.