Il concetto di salute è stato al centro degli incontri del progetto "Inclusioni giovanili - Rafforzamento dell’empowerment sociale e sanitario tra i giovani di Roma (San Basilio, Torpignattara) e Napoli (Ponticelli, Barra, San Giovanni) attraverso la promozione dell’equità, dell’inclusione e lo scambio di buone prassi", rivolto ai giovani dagli 11 ai 17 anni che abitano e vivono le periferie di Roma e Napoli.

Da maggio a novembre 2021 le ragazze e i ragazzi del progetto sono entrati in azione per confrontarsi sui temi dell'inclusione sociale, educativa e sanitaria. Lo hanno fatto recuperando spazi fisici ed emotivi, tessendo nuove relazioni e diventando protagonisti del loro presente e futuro.

  1. Salute e prossimità Tornare sul territorio
  2. Empowerment Il protagonismo dei giovani nel territorio
  3. Un nuovo concetto di salute Perché è necessario un approccio alla salute universale
  4. L'incontro con Talaso Una storia di coraggio
  5. L'incontro con Dylan Magon Dalla fiction alla realtà
  6. Parliamone! Raccontaci i luoghi della salute del tuo quartiere
  7. I consigli Spunti e suggerimenti dai quartieri di Roma e Napoli
  8. Perché Inclusioni giovanili Il progetto

Salute di prossimità

La salute, per essere tutelata e garantita a tutti, nelle periferie delle città come nelle periferie del mondo, deve ripartire da una presenza continua sul territorio. Il concetto di salute di prossimità è fondamentale per raggiungere luoghi che sembrano inaccessibili o sono abbandonati a sé stessi.

Empowerment giovanile

La salute passa anche dal modo in cui viviamo gli spazi pubblici. Le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato al progetto hanno lavorato sulle loro consapevolezze e potenzialità. Il concetto di partecipazione è fondamentale per riappropriarsi degli spazi pubblici, lavorare affinché siano accessibili e salubri, ma anche belli e vivibili.

Un nuovo concetto di salute

La salute diventa così un concetto più ampio, che abbraccia il benessere fisico e psichico delle ragazze e dei ragazzi che hanno il diritto di un ambiente sano e accogliente in cui vivere.

L'incontro con Talaso Gababa

I giovani hanno inoltre conosciuto – a distanza – la “champ” di Amref, Talaso Gababa, una giovane donna che fa parte di una comunità pastorale del Kenya. Negli ultimi tre anni, Talaso ha lavorato con Amref per contrastare la mutilazione genitale femminile e i matrimoni precoci e forzati. Anche lei ha subito la mutilazione genitale. Aveva solo sei anni. Il lavoro di promozione della salute delle donne e delle bambine intrapreso da Talaso in giovane età, la sua forza e la sua determinazione hanno suscitato un affascinante entusiasmo nei ragazzi coinvolti nel progetto.

L'incontro con Dylan Magon

A settembre i ragazzi e le ragazze che hanno preso parte al progetto si sono confrontati con Dylan Magon, tra i protagonisti della fiction Zero. Con Dylan hanno parlato del concetto di salute e di cosa è possibile fare per agire per la propria salute e quella della propria comunità.

  • Non importa dove tu abbia vissuto, in che contesto, in che quartiere, in che posto, ciò che ci accomuna sono le esperienze che abbiamo vissuto.
    Dylan Magon
    Dylan Magon Attore

Parliamone!

#InclusioniGiovanili Quali sono i luoghi della salute del tuo quartiere? Quali spazi aggregativi attraversi tutti i giorni e quali vorresti vivere? Raccontaceli

  1. Vai sul Profilo Instagram di @amref_italia
  2. Manda un messaggio indirect
  3. Raccontaci da dove scrivi e la tua esperienza
  4. Rispondi alla domanda: come immagini debba essere il tuo quartiere per essere in salute?

I ragazzi e le ragazze di Roma e Napoli sono già entrati in azione per costruire città capaci di includere e valorizzare le differenze.

I consigli dai quartieri

Nei mesi di maggio e giugno i ragazzi e le ragazze hanno partecipato ad un percorso di 6 incontri Health Literacy promosso da Amref sui due territori che ha portato i giovani a diventare promotori della salute della propria comunità attraverso l'ideazione di due kit di salute globale scaricabili qui sotto.

  • Non trascurare la tua salute mentale
    Salute fisica
  • Mangia cibo stagionale e biologico
    Salute alimentare
  • Cerca il confronto e nuove idee per una vita sempre più ecosostenibile
    Salute ambientale
  • Responsabilizza le persone, ognuno di noi è il Sociale
    Salute sociale
  • Siamo tutti responsabili della nostra comunità
    Salute sociale
  • Fai prevenzione! Non metterti nei guai
    Salute fisica
  • Fai una colazione da re e regina, un pranzo da principe e principessa e una cena da povero.
    Salute alimentare
  • Se è possibile non usare la macchina: usa la bici o vai a piedi
    Salute ambientale

Scarica qui tutti i consigli dai quartieri:

Perché Inclusioni giovanili

Il progetto Inclusioni giovanili è stato realizzato da Amref con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche della famiglia e in collaborazione con Maestri di Strada (Napoli), e CEMEA del Mezzogiorno (Roma).

Il progetto è volto al rafforzamento dell’empowerment sociale e sanitario tra i giovani di Roma (San Basilio, Torpignattara) e Napoli (Ponticelli, Barra, San Giovanni) attraverso la promozione dell’equità, dell’inclusione e lo scambio di buone prassi. Si ringrazia per le opere murarie, l'artista Sam3 e l'Associazione Est di Napoli.