DECRETO IMMIGRAZIONE E SICUREZZA. RAFFAELLI

03 Dic 2018

03 Dic 2018
Decreto Immigrazione e Sicurezza. Raffaelli
Decreto Sicurezza
"Un’Italia più inospitale per chi migra verso il nostro Paese. Questo si sta cercando di costruire attraverso l’azione del Governo. Al centro delle polemiche in questi giorni il Decreto “Immigrazione e Sicurezza”, ma anche altre misure, come per esempio la tassazione sui money transfer. Sono degli esempi concreti di un’immagine dell’Italia che vuole essere spedita al mondo intero" il commento di Mario Raffaelli, Presidente della sezione italiana, Amref Health Africa. Continua Raffaelli "Questo però non può prevaricare i diritti internazionali e la condizione umana. Amref, che si occupa di salute nel continente africano, valuta che tale decreto rischia di generare un incremento di irregolarità, per effetto della drastica riduzione delle possibilità di usufruire del permesso di soggiorno per motivi umanitari. Tale irregolarità avrà ripercussioni anche in termini di salute dei migranti sul territorio italiano. Come è ben noto il problema non sono più gli sbarchi - quindi chi arriva -  ma la gestione dei migranti presenti in Italia. Invece di lavorare ad accorciare i tempi di risposta alle domande di chi già è sul nostro territorio, si creano più irregolari.Amref, insieme ad altre 16 realtà (associazioni, enti locali, istituto di ricerca Idos e diaspora) è impegnata in Italia per una corretta informazione e narrazione del fenomeno migratorio, attraverso la campagna Voci di Confine. Impegno sostenuto anche a livello europeo, attraverso un progetto che vede insieme molti territori di confine, in 14 Stati diversi e 19 territori: da Malta all’Ungheria, da Lesbo a Lampedusa. Amref si impegna quindi a continuare a richiamare la società civile e le istituzioni ad una maggiore riflessione in merito ed ad un cambio di rotta".



Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa