Pensavamo di aver già superato il picco a marzo o ad agosto, ma in Africa il Covid-19 sta agendo in modo irregolare a seconda dei tassi di urbanizzazione e la curva dei contagi resta preoccupante.

Il virus ora si sta diffondendo nelle aree rurali, quelle in cui il sistema sanitario è più fragile e dobbiamo agire subito per dotare i nostri operatori e i centri di salute di sapone, gel igienizzante e tutti i dispositivi di protezione individuali.

Contestualmente è necessario sviluppare programmi di distribuzione di vaccini.

Amref è al centro delle conversazioni sulle politiche e sul quadro normativo necessari a garantire che il vaccino sia disponibile per tutti e abbiamo le competenze per individuare esattamente quali persone ne hanno bisogno per prime. Mettiamo a disposizione tutte le nostre risorse e i nostri operatori per vincere questa sfida. Ma non possiamo fare questo da soli

Nessuno è al sicuro se tutti non sono al sicuro!

  • 3.5mln di contagi in Africa
  • 235mln le persone bisognose di assistenza umanitaria
  • 3/1000 L’Africa Sub-Sahariana ha il più basso rapporto al mondo tra medici e abitanti

Cosa stiamo facendo ora

Da quando l'OMS ha dichiarato il Covid-19 una malattia pandemica, il nostro team multidisciplinare e internazionale ha lavorato insieme per frenare il coronavirus in Etiopia, Kenya, Malawi, Senegal, Sud Sudan, Uganda, Tanzania e Zambia. Lavoriamo con personale sanitario essenziale in prima linea.

  • 100mila operatori sanitari formati su misure di prevenzione e gestione dell'epidemia
  • 40mila dispositivi di protezione individuale distribuiti a operatori sanitari
  • 3.5mln di persone raggiunte con attività di accesso ad acqua e igiene
  • Formazione degli operatori sanitari
    Stiamo formando gli operatori sanitari sulle misure di infezione, prevenzione e controllo del Covid-19. Stiamo anche cercando di coinvolgere la comunità, supportando la distribuzione di dispositivi di protezione individuale, nonché il supporto psicosociale per gli operatori sanitari in prima linea.
  • Accesso a igiene e acqua pulita
    Portiamo stazioni di acqua pulita, sapone e disinfettanti per le mani negli insediamenti informali, nei campi profughi, nelle stazioni di trasporto pubblico e nelle strutture sanitarie per prevenire la diffusione del virus.
  • Rafforzamento dei laboratori e delle analisi
    Lavoriamo a stretto contatto con i Ministeri della Salute per rafforzare la capacità di test e diagnosi sia a livello regionale che nazionale attraverso la fornitura di kit di test essenziali e la formazione di tecnici di laboratorio. La formazione si svolge tramite le nostre esclusive piattaforme di apprendimento digitale

Effetti secondari della pandemia

Gli effetti della pandemia vanno oltre i numeri dei contagi: in questi mesi in Africa sono aumentate le violenze contro le donne, le malattie infettive, la malnutrizione, la povertà e l'insicurezza dei cittadini.

  • -56% i servizi, i programmi e gli interventi relativi alla lotta contro l’HIV
  • 2mln di casi di mutilazioni genitali femminili previste nei prossimi dieci anni a causa dei lockdown
  • 50% dei giovani africani ha registrato una significativa riduzione del reddito

In questo momento il nostro intervento è essenziale nella lotta alla malnutrizione, nella cura della salute materna e infantile, della salute sessuale e riproduttiva, nella prevenzione della violenza di genere e di base sessuale e nella cura delle malattie infettive e non trasmissibili. Stiamo adattando i programmi esistenti e assicurando che le nostre attività più critiche continuino nonostante lockdown totali o parziali.

Agisci ora per fermare il Covid-19 in Africa, abbiamo bisogno di te al nostro fianco per sconfiggere il virus.

Githinji Gitahi, Direttore generale di Amref Health Africa

Tutte le notizie su Covid-19 in Africa