Oggi in tutto il continente africano ci sono circa 2 milioni tra dottori, infermieri e ostetriche che devono prendersi cura di 1.2 miliardi di abitanti. Questo vuol dire che c'è un operatore sanitario ogni 6.000 abitanti, mentre in Italia ce ne sono 4 ogni 1.000 abitanti.

Si tratta di uno dei record peggiori del mondo.

La qualità del servizio sanitario è bassa e non raggiunge in maniera equa tutta la popolazione: sono più di 615 milioni le persone che potrebbero non ricevere le cure di cui hanno bisogno.

  • 2mln gli operatori sanitari a disposizione di 1.2 miliardi di abitanti
  • 20% dei malati del mondo risiede in Africa sub-sahariana
  • 50% delle morti infantili si verifica in Africa sub-sahariana

In Africa la pandemia da COVID-19 ha trovato nelle debolezze dei sistemi sanitari un grande alleato: le carenze infrastrutturali esistenti, le competenze limitate e le grandi distanze rendono complicata la pianificazione della campagna vaccinale.

Mai come in questo momento prendersi cura della salute dell'Africa significa prendersi cura della salute del mondo. Nessuno è salvo, finché non lo saremo tutti.

  • L’accesso alla salute e alle cure non dovrebbe essere una lotteria, soggetto al caso, al luogo di nascita o alla ricchezza della famiglia d’origine.
    Githinji Gitahi
    Githinji Gitahi CEO Amref Health Africa

Amref lavora ogni giorno per garantire l’accesso alla salute a tutte le comunità africane, affinché nessuno resti indietro.

  • 1. Contrasto al Covid-19
    In questi mesi abbiamo formato più di 100.000 medici, infermieri e operatori sanitari sulle misure di prevenzione e gestione del COVID-19 e fornito dispositivi di protezione individuale.
  • 2. Formazione di personale sanitario
    I nostri progetti di formazione del personale sanitario sostengono scuole specialistiche e importanti programmi di studio, al fine di rafforzare il sistema sanitario pubblico dei Paesi e contribuire ad una riduzione dei tassi di mortalità che decimano le popolazioni africane.
  • 3. Dove non arriva nessuno
    I Flying Doctors di Amref – i “medici volanti”, in servizio su piccoli aeroplani, indispensabili per raggiungere le zone remote - hanno a bordo capsule per il trasferimento dei malati COVID-19 più gravi e sono stati impiegati per il trasporto dei vaccini.

Unisciti a noi affinché la salute sia un diritto per tutti, nessuno escluso!

  • I "Dottori Volanti" impegnati nel trasporto dei pazienti affetti da Covid-19
  • La salute parte dalla formazione delle comunità
  • Assistenza e cure mediche sono un diritto per tutti, nessuno escluso