Ricevere il vaccino contro il Covid-19 è un diritto di tutti.

La distribuzione dei vaccini deve essere veloce e capillare in tutto il mondo.

Tuttavia, ancora oggi, le persone in Africa non sanno quando potranno ricevere il vaccino e, a questi ritmi, potrebbero volerci anni.

In questo le grandi multinazionali farmaceutiche possono e devono giocare un ruolo cruciale, perché i diritti di proprietà intellettuale che detengono rappresentano ad oggi, purtroppo, un ostacolo alla produzione e distribuzione diffusa dei vaccini in tutti i paesi.

Il nostro impegno in sintesi

  • Pressione per richiedere la deroga temporanea ai diritti di proprietà intellettuale delle case farmaceutiche.
  • Monitoraggio sulla garanzia di eticità nella politica di prezzo.
  • Pressione per garantire trasparenza e equità nell'accesso ai vaccini e nella loro distribuzione.

Allo stesso tempo collaboriamo con i governi e le istituzioni locali per garantire che i vaccini:

  • arrivino a destinazione in sicurezza – anche in aree remote – e che siano conservati nelle condizioni appropriate;
  • siano somministrati da operatori sanitari ben formati e siano create le condizioni per una campagna di vaccinazione che abbia al centro le comunità.

Garantire un vaccino per il bene dell’Africa è necessario per il bene di tutti: solo insieme possiamo porre fine alla pandemia.

A cosa serve la tua firma

Le firme di questa petizione, raccolte sia dalla sede italiana di Amref che dalle altre sedi presenti nel mondo, saranno consegnate il 14 settembre ai leader mondiali riuniti in occasione della 76esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Consegneremo le firme raccolte per chiedere un impegno ai leader mondiali per garantire un equo accesso al vaccino per tutti in Africa.

Firma anche tu, perché vaccinare l'Africa significa proteggere la salute del mondo!