Un bambino non è un soldato!
©Amref, Archivio Amref Italia

La guerra non è un gioco! In Sud Sudan ci battiamo per offrire alternative di vita e mettere fine al dramma dei bambini soldato!

Tu puoi aiutarci con la tua firma.

  • 19.000 bambini reclutati come bambini soldato
  • 3.200 bambini rapiti durante il conflitto e arruolati nel 2017
  • 900.000 bambini soffrono di disturbi post traumatici

Perchè vengono arruolati bambini soldato in Sud Sudan?

La profonda crisi umanitaria che ha colpito il Paese dallo scoppio della guerra civile, che nel 2018 è entrata nel suo quinto anno, ha reso estremamente critiche le condizioni di vita di tutti i sud- sudanesi e soprattutto dei bambini.

2,4 milioni di bambini sono stati costretti a lasciare la propria casa e nel tempo migliaia di loro sono stati arruolati per combattere un conflitto sanguinoso e ingiusto, come tutte le guerre.

Una situazione umanitaria così disperata viene amplificata dal totale collasso delle strutture istituzionali, sanitarie e sociali.

Per questo Amref è presente in Sud Sudan dal 1998: per ridare al Paese e ai bambini nuovi punti di riferimento per sfuggire alla devastazione e alla povertà, partendo dalla ricostruzione del sistema sanitario nazionale e supportando le famiglie in fuga garantendo accesso ai servizi sanitari, con particolare attenzione ai bisogni dei bambini.

A cosa serve la tua firma?

Le firme raccolte verranno consegnate alla sezione di Amref Health Africa - South Sudan, che si impegnerà a condividere questa iniziativa con le organizzazioni locali e internazionali presenti sul territorio, impegnate sul tema della difesa della salute dei bambini e delle popolazioni vittime del conflitto.

Firma la petizione, unisciti a noi!