Riconoscimento_Rwanda
Nel Ruanda, terra di uno dei più atroci genocidi degli ultimi decenni. Nel Ruanda che oggi sta riscrivendo la sua storia, come esempio virtuoso, dove si è ad un passo dalla copertura sanitaria universale, si svolge la più grande Conferenza Mondiale sulla salute dell'Africa, voluta da una organizzazione africana - Amref. La copertura sanitaria universale è al 90% di persone raggiunte in Ruanda. Un impegno riconosciuto al Presidente Kagame, anche in apertura della Conferenza.

Delegati da 46 Paesi del Mondo, oltre 1500 persone. Iniziata a Kigali il 5 marzo la Conferenza Internazionale sull'Agenda della Salute in Africa.


Le disuguaglianze stanno aumentando. Raggiungere la Copertura Sanitaria Universale è la soluzione, ma non può essere solo una questione di salute. Questa conquista coinvolge la politica, l'economia.
Dr Tedros Ghebreyesus.

Per vedere il messaggio interno (inglese).

Il ministro della salute del Ruanda Diane Gashumba ringrazia Amref,
a nome del presidente Paul Kagame, per aver riconosciuto un leader che si prende cura della popolazione. Si dichiara ufficialmente aperta la Conferenza.


"Nessuno va lasciato indietro. Raggiungere le comunità più svantaggiate e remote è una questione di equità. E continueremo a farlo". Lo afferma il Global CEO Githinji Gitahi


Paola Magni, area Programmi di Amref Italia, ha preso parte al lancio delle Linee Guida dell'Organizzazione Mondiale della Salute, per assistere i Governi e i partner nazionali ed internazionali sul cruciale tema dei Community Health Worker - Operatori di salute comunitari.


Roberta Rughetti - Direttrice Programmi di Amref Italia - presente a Kigali afferma "in molte comunità africane gli uomini sono i custodi della cultura. Per rimuovere le barriere culturali ‘Loipi Lo Lpayani’ ovvero incontrali sotto un albero dove parlano e prendono decisioni per le comunità".


Stampa notizia