"A.F.A.R. - Afrodescendants Fighting Against Racism" – La Call

La call nasce all'interno del progetto europeo CHAMPS al fine di individuare un gruppo di 25 giovani afrodiscendenti che saranno accompagnatə in un percorso di formazione, scambio, e condivisione di strumenti volti al contrasto del razzismo anti-nero (o afrofobia).

Le persone selezionate parteciperanno ad un percorso di formazione on e offline, composto da moduli frontali e di mutual learning. Saranno organizzati 6 moduli formativi, corrispondenti ad altrettante giornate di formazione, di cui 4 in presenza e 2 fruibili online. La formazione avrà luogo tra dicembre 2021 e marzo 2022. I moduli in presenza si svolgeranno a Roma durante il fine settimana, uno a dicembre 2021 e uno a marzo 2022

In generale lə A.F.A.R. faranno parte integrante del progetto CHAMPS, contribuendo allo sviluppo di attività quali la stesura del toolkit, di un manifesto contro il razzismo anti-nero, di un dossier e di moduli di e-learning. Allə A.F.A.R. sarà richiesto di partecipare attivamente, condividendo le proprie idee e prospettive sui temi di lavoro. 

Coloro che intendono partecipare alla open call devono inviare la candidatura attraverso il modulo online entro le ore 12:00 del 20/10/2021.

Candidati ora

Per saperne di più:

Champs: il progetto

Il progetto CHAMPS Champions of Human rights And Multipliers countering afroPhobia and afrophobic Speech è finanziato dal programma Rights, Equality and Citizenship (REC) dell’Unione Europea. Lo scopo del progetto è incoraggiare il protagonismo delle persone e delle organizzazioni afrodiscendenti attraverso percorsi di capacity building volti a fornire strumenti per il contrasto al razzismo anti-nero, con un’attenzione particolare alle aree dell’educazione (scuola), del welfare (servizi), della salute e della comunicazione.

La call per A.F.A.R. vuole riunire un gruppo di afrodiscendenti che desiderino impegnarsi nel contrasto del razzismo anti-nero e portare avanti azioni di sensibilizzazione a livello nazionale e locale. Il percorso A.F.A.R. si propone di creare uno spazio di formazione in cui sia possibile la condivisione orizzontale di pratiche e strategie e il confronto con esperienze raccolte in Italia e in Europa. L’obbiettivo è quello di supportare lo scambio e la messa in rete di conoscenze, competenze e capacità utili, sia a livello personale che collettivo e politico, alla lotta antirazzista.

Per saperne di più:

Afro-fobia: i numeri in Europa e in Italia

Nell'UE vivono circa 15 milioni di persone di origine africana: una delle più grandi minoranze del continente, uno dei più consistenti gruppi che subisce atti di discriminazione.

Secondo il rapporto "Being black in the EU" (FRA/EU, 2018), il 39% delle persone di origine africana si è sentito discriminato e ha sperimentato tra i più alti livelli di esclusione socio-economica, subito stereotipi negativi e atti di violenza e incitamento all'odio (PAD Week - maggio 2018).

Sempre secondo il rapporto, la discriminazione è particolarmente evidente in Italia, paese nel quale si riportano rappresentazioni spesso negative deglə afrodiscendentə nei media, nei curricula scolastici e nei materiali didattici.

In Italia si registra inoltre l'assenza di immagini positive e consolidate: “l'italianə nerə” è un archetipo che lotta per essere accettato e diventare normale. Questa onda lunga investe anche le "nuove generazioni" di italianə, ancora percepitə come "stranierə" (Office of the United Nations High Commissioner for Human Rights, Missione in Italia sulla discriminazione razziale, con focus sull’incitamento all’odio razziale e alla discriminazione, 2019). La discriminazione basata su sfondo etnico e migrante, secondo il rapporto Being Black, è vissuta in particolare nei settori della salute, dell’educazione e del lavoro, dei servizi e della comunicazione.

Gli obiettivi del progetto CHAMPS

Il progetto CHAMPS – Champions of Human rights And community Model countering afro-Phobia and Stereotypes nasce per analizzare e decostruire, partendo dall’Italia, gli atteggiamenti e i linguaggi discriminatori nei confronti delle persone di provenienza africana, grazie al ruolo attivo e rafforzato delle associazioni di afrodiscendenti e a una più diffusa conoscenza e consapevolezza delle dinamiche che li generano.

Il progetto è realizzato in partenariato con

CSVnet

Divercity APS

Le Réseau

Osservatorio di Pavia

Razzismo Brutta Storia

Il progetto è realizzato in collaborazione con

Arising Africans

CSV Marche

Carta di Roma