A Gambella, in Etiopia, la morte si nasconde dentro ogni goccia di acqua sporca.

FRAGILITA' DEL CONTESTO

  • Il 50% della popolazione non ha accesso a fonti d'acqua sicura;
  • Solo il 5% ha accesso a servizi igienico-sanitari di bassa qualità;
  • Nel 2015 si è abbattuta la peggiore siccità degli ultimi 30 anni;
  • Consistenti flussi migratori dal Sudan.

Il nostro progetto vuole finalmente rendere Gambella, un posto sicuro dove vivere e raggiungerà:

Obiettivi del progetto: 

  • Aumentare l’accesso all’acqua pulita;
  • Migliorare le pratiche di agricoltura e allevamento;
  • Aumentare il livello di tutela e protezione della salute;
  • Creare dei modelli di buone pratiche in ambito igienico-sanitario.

Insieme possiamo cambiare questa realtà. Aiutaci a salvare la vita a migliaia di persone!

  • 290mila le persone che non hanno accesso a fonti d'acqua sicure
  • 300mila i rifugiati Sud Sudanesi, in fuga da violenze e conflitti nel loro Paese
  • 5% la popolazione che ha accesso a servizi igienici di bassa qualità

CHE COSA FAREMO INSIEME?

  • Costruzione un pozzo trivellato con pompaggio a energia solare che riuscirà a servire più di 3.500 persone. Questo intervento ha un costo di 85.500 €
  • Formazione di 12 operatori sanitari e fornitura per 6 scuole di vari materiali e creazione di 6 Club scolastici. Questo intervento ha un costo di 2.816 €
  • Attivazione di un Centro di Sanitation Marketing in cui verranno formati artigiani sulla costruzione di servizi igienico-sanitari. Questo intervento ha un costo di 14.366 €

Il progetto ha un costo complessivo di 114.257 €

FAI ANCHE TU LA TUA PARTE!

  • Rifugiati a Gambella
    Fonte: UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati
  • Punti di lavaggio delle mani
  • Donna che beve acqua non filtrata
  • Martha, beneficiaria del progetto
  • Comunità riunita