SOSTEGNO A DISTANZA: AGGIORNAMENTO SPECIALE

Home Chi siamo
maryjumachiarascritta

Malindi, maggio 2020


Quando incontri questi bambini e ragazzi a scuola, non riesci facilmente ad immaginare quanto difficile e complicata possa essere la loro vita a casa. Dopo tutto, le scuole in cui Amref porta avanti le attività a tutela della loro salute sono come dei santuari, dove gli alunni possono dimenticare tutti i loro problemi almeno per il tempo trascorso tra i banchi, dove possono mettere al centro dei loro pensieri i sogni sul futuro, in un ambiente protetto.
In Kenya è molto radicata l’importanza della scuola perché l’istruzione è la sola chiave che permette di uscire dal circolo della povertà.

Durante questi tempi incerti di pandemia, con le conseguenze economiche negative che si ripercuoteranno per lungo tempo nei paesi africani più deboli, saremo lo scudo che protegge i sogni di questi bambini dai capricci malvagi della povertà, delle malattie e delle inutili sofferenze.

Ecco le loro storie

 

Rose

Rose

 

Rose Lewa è una ragazza timida, ha bisogno di stampelle per camminare. Quando aveva solo 6 mesi uno dei fratelli la fece accidentalmente cadere, si ferì alla gamba e da quel giorno non può giocare come gli altri. Nonostante questo, incontrandola, sembra che abbia dimenticato tutta la fatica e la sofferenza. Rose le nasconde dietro al suo splendido sorriso.
Christine, sua madre, ci dice “La vita è molto più costosa a causa del Coronavirus, non vedo l’ora che riaprano le scuole per far tornare i miei bambini a scuola”.
Stephen

Stephen

 

Abbiamo trovato Stephen con i suoi fratelli e cugini intenti a giocare una partita di calcio molto sentita. La madre, al nostro arrivo, era impegnata a lavorare la terra. Il suo viso sorridente non riusciva a nascondere la fatica di un duro ma necessario lavoro, l’unico che permette il sostentamento della sua famiglia. Con un reddito familiare mensile di circa 50 euro, la vita è difficile, lo era anche prima del Covid-19. L’impatto dell’epidemia colpirà questa famiglia, come tante altre, con un effetto domino. Il sogno di Stephen da grande è diventare un medico.

Brenda

 

Brenda è un’alunna molto in gamba della scuola Jilore. “Da grande voglio diventare un medico, per curare le persone povere e assicurare loro una buona salute”.
Mariam

Mariam

 

Mariam, mamma di tre femmine e due maschi, pensa che il nuovo virus sia molto simile ad un vecchio virus che colpì il loro villaggio. Sua figlia invece è più informata. Questo dà la misura di quanto sia efficace investire nei bambini, sulla loro istruzione, attraverso la scuola.
I leaky tins (rudimentali sistemi di accesso ad acqua pulita) che ho visto in tutte le abitazioni oggi, testimoniano quanto siano serviti gli anni di interventi nelle scuole, per gli alunni e per le loro famiglie.

"Tutti noi siamo impazienti che le scuole riaprano, che i bambini possano tornare alla normalità, concentrandosi sullo studio insieme ai loro compagni, ai loro insegnanti, e a tutti noi. Insieme a voi ci faremo trovare pronti. Asante" ("Asante" = "Grazie" in lingua swahili)

Arthur Mwai - Referente in loco per il Sostegno a Distanza







Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa