POVERTA' EDUCATIVA. A NAPOLI PER IL PROGETTO FACE

21 Mar 2019

21 Mar 2019
Poverta' educativa. A Napoli per il progetto Face
acqua2
Ponticelli contrasta la povertà educativa dei minori. Organizzata per venerdì 22 marzo alle 12 al Centro Remida Napoli, la presentazione del primo anno di attività del Progetto FA.C.E.

Il quartiere Ponticelli ospita un importante progetto volto al contrasto della povertà educativa dei minori. L’istituto comprensivo IC 70 Marino - Santa Rosa aderisce a FA.C.E.- Farsi Comunità Educanti, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, un progetto nazionale di Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi che coinvolge, a Napoli, anche l’Assessorato alla Scuola e all’Istruzione del Comune di Napoli e con Atelier Remida Campania.

Il progetto si propone di potenziare e ampliare l'accesso ai servizi educativi e di cura dei bambini fino a sei anni in 4 territori: Napoli, Palermo, Reggio Emilia, Teramo. A Napoli nello specifico, le famiglie della periferia orientale avranno l’opportunità di partecipare a percorsi e laboratori formativi insieme ai propri figli. Un’opportunità educativa rivolta ai genitori di un territorio che non sempre riesce a offrire gli stimoli adeguati per una crescita equilibrata dei minori. L’obiettivo di FA.C.E., acronimo di Farsi Comunità Educanti, è quello di collaborare alla costruzione di una rete in grado di portare a una ridefinizione delle politiche educative nei territori coinvolti.

Alla presentazione di venerdì 22 marzo 2019 alle 12 (Centro Remida Napoli in via Curzio Malaparte a Ponticelli) interverranno i rappresentanti dei partner nazionali - Fondazione Reggio Children, Amref Italia - e quelli territoriali: l’Assessore all’Istruzione del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri; il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo 70 Marino - Santa Rosa, Nino Marchesano; Paola Manfredi e Anna Marrone dell’Atelier Remida Campania; Massimiliano Massimelli, Responsabile della comunicazione e le pedagogiste Paola Cavazzoni e Francesca Bianchi di Fondazione Reggio Children; Cristina Raho, referente del progetto per Amref Italia .

Nel corso della conferenza stampa saranno presentati i risultati emersi e i dati raccolti a seguito degli incontri e dei tavoli di lavoro locale che hanno visto, nella prima delle 3 annualità del progetto, la partecipazione e il coinvolgimento di genitori, bambini, insegnanti e stakeholder locali. Negli ultimi mesi, numerose famiglie di Ponticelli hanno partecipato a incontri che hanno permesso di strutturare le attività del progetto a partire dai desideri e dai bisogni dei partecipanti raccolti durante i vari appuntamenti

"È cruciale investire sulle competenze genitoriali nei primi mesi e anni di vita dei bambini sulla scuola dell’infanzia" afferma Cristina Raho "perché è il momento in cui si costruisce il capitale di competenze e capacità con cui un bambino diventerà poi persona adulta e capace di costruirsi credenziali educative, carriera sociale e familiare. Avere il controllo sulla propria esistenza è il fattore che determina le uguaglianze di salute. È necessario promuovere un approccio coordinato, poliedrico e multi componente che comporta politiche e interventi multi settoriali tra sistema sanitario, educativo e sociale. Perché nel loro insieme le diverse componenti che caratterizzano gIi spazi di vita dei bambini fanno Ia differenza non solo nei processi primari di crescita ma anche nei territori e nelle comunità"

Continua Raho "Amref insieme a un pool di esperti ha realizzato una "valutazione" dei servizi sanitari dedicati alla prima infanzia, utilizzando la lente dell’equità e dell’accessibilita. La ricerca è stata circoscritta nei quartieri di implementazione del progetto e ha contemplato la somministrazione di strumenti quantitativi e qualitativi; rilevanza è stata data alla ricerca e identificazione di eventuali relazioni dialogiche e integrative tra i servizi sanitari con quelli sociali e educativi".

Segue un light brunch alle ore 13. Si riprende alle 14:30 con i tavoli di co-progettazione e coordinamento delle azioni che coinvolgeranno bambini e genitori durante le attività previste nelle “FA.C.E. ZO.N.E.” che si attiveranno nell’autunno prossimo. Durante la conferenza stampa saranno presentati tutti i dettagli del progetto, con la possibilità di intervistare i rappresentanti dei partner.




Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa