Il progetto vuole migliorare l'accesso ai servizi educativi di qualità per i bambini vulnerabili che vivono a Gullele, nella periferia di Addis Abeba, in Etiopia.

A Gullele il 20,9% dei bambini tra i 6 e i 17 anni non frequenta la scuola. La povertà è ovunque e intere famiglie non hanno di cosa vivere. In questo contesto di estrema povertà i bambini sono spesso spinti ad abbandonare la scuola per iniziare a lavorare o chiedere l'elemosina in strada.

Alcune attività previste

  • Materiale didattico agli studenti (uniformi scolastiche, borse scolastiche, quaderni, penne, matite, ecc).
  • Organizzazione di sessioni di conversazione comunitaria tra famiglie e scuola. Questi eventi incontri sono organizzati nel complesso scolastico per coinvolgere tutti i genitori della scuola, condividere le esperienze, facilitare la discussione e rendere consapevoli i genitori dei rischi e dei costi della vita di strada per i bambini. 
  • Formazione delle famiglie sulle attività generatrici di reddito e sostegno all’avvio.