Il diritto delle ragazze della Contea del Kajiado, Kenya, di realizzare il loro pieno potenziale non può e non deve essere sottostimato. “Nice Place” funzionerà come un Centro d’accoglienza e Girls Academy sotto un unico tetto, e sarà aperto ad ogni bambina, ragazza o donna che avrà bisogno di essere protetta dal rischio di essere circoncisa o promessa in sposa prematuramente. Sarà una costruzione circolare con una grande piazza al centro, come si può apprezzare dalla piantina. Nonostante le battute d’arresto causa COVID, il lavoro procede. In questi giorni sono state costruite le mura. Il progetto nasce da un sogno di Nice Nailante Leng’ete e a guidarlo sono Amref Health Africa in Kenya con il supporto di Amref Olanda e Amref Italia. Sarà un centro autosufficiente e sostenibile, grazie a semplici modelli imprenditoriali per attività generatrici di reddito. Tra queste, un piccolo chiosco sulla strada, una rete di produzione di oggetti di artigianato e varie attività agricole.

Per leggere l'intervista a Nice: Contro la violenza un “Nice Place” per salvare le bambine

Rendering di "Nice Place"
Nice e il nonno all'inaugurazione di "Nice Place"