Fermiamo le mutilizioni genitali femminili
©Amref, Archivio Amref Italia

Lottiamo per un futuro senza mutilazioni ai danni di bambine e ragazze.

Crediamo in alternative culturali guidate dalle comunità. Aiutaci a eliminare il “taglio”!

  • 3 Milioni di bambine ogni anno sono a rischio di subire la mutilazione
  • 44 Milioni di bambine e adolescenti fino a 14 anni subiscono violenza
  • 1 Bambina su 2 in Kenya subisce la mutilazione prima dei 10 anni

Cosa sono le mutilazioni genitali femminili?

Le mutilazioni genitali femminili sono ancora oggi praticate in 28 paesi dell'Africa sub-sahariana.

Questa pratica tradizionale comporta la rimozione parziale o totale dei genitali esterni femminili e ciò lede fortemente la salute psichica e fisica di milioni di bambine che le subiscono.

L'obiettivo di Amref è guidare le comunità ad intraprendere riti di passaggio alternativi, senza alcuna forma di "taglio", in modo che le giovani ragazze siano in grado di completare la loro istruzione ed evitare di diventare spose bambine.

A cosa serve la tua firma?

Le firme raccolte da questa petizione saranno consegnate al "Anti FGM Board" del Kenya, ente responsabile dello sviluppo e coordinamento dei programmi tesi all'attuazione del divieto delle mutilazioni genitali femminili nel paese. Amref in accordo con l’ “Anti FGM Board” chiederà una maggiore mobilitazione del Ministero della Salute del Kenya per combattere le mutilazioni.

Firma la petizione, unisciti a noi!