JHON, UNA FOTO E UN'EMOZIONE DA DAGORETTI. VALENTINA TAMBORRA

Home News & Eventi Blog
16 Mar 2018

16 Mar 2018
Jhon, una foto e un'emozione da Dagoretti. Valentina Tamborra
Valentina Tamborra Credits
"La giacca militare recuperata chissà dove, è una delle due poche cose preziose che John possiede. L’altra, è una bicicletta scalcagnata con cui ama correre e fare acrobazie sulla terra rossa dello slum di Dagoretti". Inizia così il racconto della fotografa Valentina Tamborra, che circa un anno fa, ha visitato i progetti di Amref a Dagoretti. Dalla collaborazione di Valentina, Mario De Santis ed Amref ne è nato il progetto fotografico Chokora - il barattolo che voleva suonare. In occasione della campagna di Fabbrica del Sorriso - Mediafriends, abbiamo chiesto a Valentina di scegliere due foto e due emozioni, storie incontrate. Quella di John è la seconda storia dopo quella di Hope.

Continua Valentina "A Watihaka hanno provato a dissuaderlo: “Vai piano o prima o poi ti rompi il collo!” ma quella bici Jhon se l’è sudata e se la vuole godere al massimo. Jhon ha vissuto da solo, in mezzo alla spazzatura, fino a 11 anni. Si era allontanato di casa per fame: 5 fratelli, una mamma sola, niente cibo, niente di niente.
E proprio dalla spazzatura è stato raccolto.

A sorridere Jhon ha imparato da poco. Perché qui a Nairobi, sorridere, fidarsi, può essere letale. Dalla discarica di Dandora infatti, è stata proprio la sua fiducia di bimbo di 10 anni a condurlo all’inferno. Un inferno se possibile, peggiore della discarica stessa. Un uomo gli ha offerto un riparo per la notte e un po’ di cibo, in cambio, diceva, avrebbe solo dovuto lavorare per lui. E Jhon ha lavorato, si. Il suo sorriso si spegne quando mi dice “ era un uomo cattivo, faceva cose…che non voglio dire”.

Poi l’incontro con Samuel, social worker di Amref, ha cambiato quello che sembrava un destino segnato. Ci è voluto tempo perché Jhon si fidasse: una colazione insieme, una passeggiata a guardare Waithaka da fuori, come piccola terra promessa o forse ulteriore inganno.

Ma poi finalmente il giorno è arrivato: Jhon ha iniziato ad andare a scuola e ora, giacca militare e bicicletta, guarda al futuro con il sorriso aperto e la fiducia che qualcuno, non molto tempo fa, gli aveva rubato".



Altre informazioni correlate



Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso la presente informativa sul trattamento dei miei Dati Personali da parte di AMREF e di prestare a AMREF il mio consenso (che potrà in ogni caso successivamente revocare) all'utilizzo dei miei dati personali per:




ISCRIVITI
Amref Health Africa