Il progetto triennale, realizzato in collaborazione con le autorità locali etiopi, costruirà impresa e genererà lavoro per scoraggiare il fenomeno della migrazione giovanile irregolare e favorire un ambiente sano e redditizio.

Nonostante la crescita economica degli ultimi anni dell'Etiopia sia stata tra le più significative e rapide del mondo, non c’è stato un effettivo miglioramento delle condizioni dei gruppi più vulnerabili. I livelli di disoccupazione tra le donne e i giovani sono ancora alti e i servizi sanitari e le pratiche igieniche sono di bassa qualità, comportando gravi conseguenze sulla salute della popolazione. 

Inoltre, Addis Abeba è una delle principali città di transito e viene considerata il principale punto di passaggio dei migranti irregolari per recarsi in Medio Oriente o in Europa. 

Alcune attività previste

  • Identificazione di giovani migranti potenziali disoccupati da impiegare in imprese cooperative per la gestione dei rifiuti e per la gestione di strutture sanitarie pubbliche e da indirizzare verso piccole attività commerciali.
  • Creazione e sostegno con dotazioni iniziali di 30 cooperative per la gestione dei rifiuti e di 12 cooperative per la gestione delle strutture sanitarie pubbliche.
  • Ristrutturazione delle 12 strutture sanitarie pubbliche esistenti in collaborazione con il governo locale e creazione di opportunità di lavoro per i giovani disoccupati.
  • Formazione, sensibilizzazione e informazione sui rischi dell'immigrazione irregolare: tutoraggio sulle cause profonde della migrazione e sulla sua riduzione attraverso lo sviluppo socio-economico e la creazione di opportunità di lavoro.
Grazie al sostegno di: